Le soluzioni dermatologiche a fini estetici e correttivi non possono riportare indietro le lancette dell’orologio, tuttavia possono ristabilire l’equilibrio idrico della pelle e migliorarne la struttura e l’elasticità, così come riempire rughe e pieghe e ripristinare il volume facciale.

Ecco alcuni consigli!

Tecniche anti-invecchiamento e metodi di prevenzione

Oggi esistono diverse soluzioni terapeutiche che possono aiutare a ridurre o a prevenire l’invecchiamento cutaneo.

  • La pelle secca viene trattata con agenti idratanti.
  • I filler antirughe riducono i segni dell’invecchiamento cutaneo. Per le rughe secondarie alla contrazione muscolare si utilizza la tossina botulinica.
  • La pelle viene tonificata con specifiche luci o laser, peeling chimici o  dermoabrasione.
  • I peli superflui vengono rimossi con la chirurgia laser.
  • I vasi sanguigni visibili sono trattati con il laser.
  • Il fotodanneggiamento può essere prevenuto adottando semplici misure, come indossare abiti che proteggono dal sole, ripararsi all’ombra e applicare una crema solare.
  • Le alterazioni della pigmentazione sono trattate con agenti depigmentanti o peeling chimici.
  • Le cheratosi attiniche sono trattate con terapia fotodinamica, agenti topici o crioterapia .

Conoscere la propria pelle

Ognuno di noi ha modo di verificare i cambiamenti qualitativi della propria pelle, siano essi dovuti alle radiazioni ultraviolette (UVA/UVB) date dall’esposizione al sole oppure ai cambiamenti causati dallo scorrere del tempo.
Capire com’è la propria pelle può essere di grande aiuto se si sta pensando di migliorare il proprio aspetto, specialmente se si sta prendendo in considerazione l’uso dei cosiddetti prodotti anti-invecchiamento, come i filler antirughe. La pelle è l’organo umano più esteso e ha una serie di funzioni importanti. Essa non solo conferisce l’aspetto e la forma alla nostra persona, ma assolve anche altre importanti funzioni come proteggere il corpo dall’ambiente esterno e dalle infezioni e prevenire l’eccessiva perdita di acqua dal corpo.

Ridurre l’invecchiamento della pelle

Con l’invecchiamento le qualità della pelle si modificano. Le fibre collagene ed elastiche degenerano e si riduce la qualità dell’acido ialuronico del corpo. Questo comporta una minore elasticità della pelle e un aumento della rugosità e della secchezza cutanee. Ciò è in parte dovuto a fattori intrinseci che sono difficili da modificare, come il codice genetico individuale e l’orologio biologico. Vi sono, tuttavia, fattori estrinseci o legati allo stile di vita che in una certa misura è possibile controllare per ridurre l’invecchiamento cutaneo.

Danni dei raggi UV alla pelle

Il fumo, l’alcol, un’eccessiva esposizione al sole e lo stress possono accelerare l’orologio biologico. Tuttavia, di tutti questi fattori che contribuiscono all’invecchiamento cutaneo, la più grande minaccia è costituita dai danni provocati dalle radiazioni ultraviolette (UV). Si ritiene, infatti, che i raggi UV siano i principali responsabili dell’invecchiamento della pelle. Senza i danni provocati dal sole, probabilmente non avremmo rughe fino all’età di 80 anni.