Esistono tantissimi luoghi comuni legati all’abbronzatura.
Ecco 7 miti che è necessario sfatare:
 
1) Tutti possono abbronzarsi. FALSO. Bisogna tenere presente il proprio livello di fototipo.
 
2) Le ore più calde della giornata sono le più pericolose. FALSO. E’ consigliato proteggersi anche tra le 10 e le 15. Le radiazioni solari sono più forti alle altitudini più alte e alle latitudini del Sud, e che superfici come acqua e neve praticamente raddoppiano la quantità di radiazioni
 
3) La crema permette di esporsi più a lungo. FALSO. E’ essenziale ripetere l’applicazione ogni 2 ore e, soprattutto, dopo ogni immersione in acqua, soprattutto nei primi giorni.
 
4) Il bagno protegge dal rischio di eritema. FALSO. Solo la crema solare protegge dai raggi UV.
 
5) Le persone con la pelle olivastra o molto olivastra non hanno bisogno di proteggersi dal sole. FALSO. Qualsiasi tipo di cute può subire i danni dei raggi solari.
 
6) Se uso la protezione solare alta non mi abbronzo. FALSO. Il filtro solare serve a schermare il peggio del sole e a far passare il meglio.
 
7) Non serve proteggersi quando si è già abbronzati. FALSO. Anche in questo caso la protezione solare serve a far filtrare la parte migliore dei raggi del sole.